Scuola istruttori nuoto in gravidanza e neonatale

Catalogo Corsi

Gardaland 1993

Delfini neonati

Il nostro Spot Sangemini

Spot Sangemini :: Università dell'acqua.

Materiale informativo per i corsi in acqua delle gestanti

E-mail Stampa
Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 

Cara mamma,

siamo felici che tu abbia deciso di avvicinarti all'universo acquatico, ti diamo il nostro benvenuto augurandoti di vivere una bella e felice esperienza.

Non ti preoccupare, non serve essere una campionessa di nuoto, è sufficiente aver voglia di vivere l'esperienza, insieme sapremo superare anche le piccole difficoltà e le inquietudini, tutto accadrà magicamente da sé, in modo molto naturale…

Se vorrai intraprendere questo cammino sappi che sarà della durata di un’ora circa, tempo interamente dedicato a te e al tuo piccolo: entrambi cullati dall’acqua, fonte della vita.

Le lezioni non seguiranno  uno schema prestabilito ma rispettano delle linee guida perché ogni persona è unica, con dei limiti assolutamente da rispettare: non sarai infatti obbligata a far nulla se non lo vorrai, troveremo una soluzione ad ogni situazione, anche con l'eventuale modifica degli esercizi.
Nessun rigido metodo e molta sensibilità sono le regole che conducono l'esperienza in acqua.

Spesso le future mamme, interessate all'attività in acqua, ci rivolgono queste domande:

Perché fare il corso gestanti in acqua... a cosa serve?

Esistono molte motivazioni: si partecipa al corso per conoscere nuove persone che sono nella stessa condizione e con cui scambiarsi opinioni, per sorridere e giocare, per avere risposte... per muoversi e fermarsi, per rilassarsi eppoi rinfrescarsi, cullarsi... per scoprire i propri limiti e rispettarli e scoprire ed imparare... per conoscere il corpo, il movimento e la pausa, il tono ed il rilassamento… per incontrare il proprio bambino ed il personale fanciullino interiore…

L’acqua si adatta e si modella a tutto, lo fa anche con il tuo corpo assecondandolo e accarezzandolo, insegna senza l'uso delle parole questa antica capacità e funzione femminile.

Ti aiuta a percepire lo stato in cui vive il tuo cucciolo immerso nel liquido amniotico, sarà così semplice immaginare le sue sensazioni, il tutto in un luogo “demedicalizzato”.
In una condizione di gran benessere corporeo e di confronto diretto tra pari, con donne che vivono le stesse percezioni.

Con loro sarà semplice vivere il confronto aiutandoti a superare tutte i fisiologici timori della gravidanza e del parto.

L’acqua ha potenzialità meravigliose che ti permetteranno di migliorare il tuo stato fisico e psicologico, potenziando le tue facoltà per far nascere il bambino,  riducendo i tempi del “travaglio” e della “dilatazione del collo dell’utero”.

Quali sono i pro e i contro, i vantaggi e gli svantaggi?
L’acqua con le sue particolari caratteristiche fisiche favorisce i movimenti lenti, ampi e con richiesta di maggior forza senza comunque sovraccaricare l’apparato osteoarticolare e muscolare.

La maggiore resistenza, permette così alla muscolatura di lavorare più efficacemente e più intensamente, senza dover ricorrere ad un numero elevato di ripetizioni e sovraccarichi artificiali (dannosi per le articolazioni in gravidanza).

Inoltre in acqua vi è un rallentamento del battito cardiaco e questo arreca un vantaggio all’apparato cardiocircolatorio soprattutto durate l'attività fisica.
Occorre inoltre ricordare che la pressione dell’acqua su un corpo immerso, agisce come un massaggio dolce e costante che favorisce lla mobilizzazione delle tossine e la successiva eliminazione attraverso l’apparato urinario.

Dall’attività in acqua riceve beneficio anche l’apparato cardiocircolatorio, viene infatti positivamente stimolato dalla pressione e dal movimento unitamente alla temperatura più fresca, esercitando su tutto l’organismo una migliore circolazione e drenaggio, con esiti favorevoli anche sugli inestetismi.

L’acqua aiuta ad utilizzare meglio la respirazione favorendo una migliore consapevolezza delle capacità respiratorie e del ritmo del respiro.
I benefici che l’acqua apporta, sono molteplici ma non è possibile ottenere un vero benessere se non si raggiunge oltre a quello fisico, anche un benessere psicologico.

Corpo e mente sono inscindibili, tale consapevolezza si avverte con evidenza proprio in acqua, ritornando a quell’unità primitiva e primigenia tra corpo e mente, quella fusione esistente prima della nascita, quando si è immersi nel liquido amniotico, nel brodo primordiale.

In acqua infatti, risulta più facile mettersi in ascolto del proprio corpo per percepire le piacevoli sensazioni che si generano con il contatto, avvertire i confini e gli effetti provocati da ogni piccolo spostamento, da ogni piccola spinta.

In particolare, ti risulterà facile, grazie all’acqua, percepire il bacino, la sua apertura o la sua indisponibilità, il rilassamento o la contrazione muscolare  e come tutto questo si modifica in funzione degli stati d'animo o dalle posizioni corporee.

Quindi così concentrata sul tuo corpo, riscoprirai la fiducia in esso.
Sentirsi nel corpo, sviluppa una serena potenza.
Conoscersi è il modo migliore per affrontare questa bellissima esperienza.

Nessuna controindicazione?
Se la gravidanza è fisiologica (con i normali esami di routine lo si desume con certezza), non esiste alcuna controindicazione all'attività in acqua.

 

Ci auguriamo di aver offerto utili informazioni e di aver suscitato una positiva curiosità per questo viaggio da vivere insieme a tante compagne che vivono la stessa felice condizione.

 

L’ACQUA SIAMO NOI
DALLE ANTICHE SORGENTI VENIAMO
FIUMI SIAMO NOI
SE I RUSCELLI SI DANNO UNA MANO
ACQUA SIAMO NOI SE I TORRENTI
SI METTONO INSIEME
VITA NUOVA C’É, SE
L’ACQUA È IN MEZZO A NOI.

 


Ho realizzo la mia tesina con l’augurio che un giorno possa essere letta da gestanti che han deciso di avvicinarsi al mondo acquatico, l'ho scritta in prima persona, dando del TU amichevole e non del LEI formale a chi legge, cercando di essere il più chiara possibile senza l’utilizzo di grosse parolone mediche e incomprensibili perché l’istruttrice non indossa un camice bianco e le sue parole devono essere comprensibili a chiunque, come se parlasse a delle amiche.

E nel mio caso, a delle colleghe di viaggio: sono al IV mese di gravidanza…

Vorrei che questo scritto fosse quello che ho sempre cercato nelle piscine prima di iniziare un corso per gestanti, ma che non ho mai trovato.

Silvia Rota Stabelli



Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!
 
Sei qui: Home TESINE Materiale informativo per i corsi in acqua delle gestanti

Sedi dei corsi


 

- PRENATALE                                     
LAZIO: Roma
LOMBARDIA:  Castano Primo - MI
VENETO: Terme di Montegrotto - PD

- NEONATALE
LAZIO:  Roma
LOMBARDIA: Milano,